domenica 18 novembre 2012

AID E FONDAZIONE TELECOM PROGETTO DIAGNOSI


È un progetto, ideato da Associazione Italiana Dislessia e interamento finanziato da
Fondazione Telecom Italia, all’interno di una collaborazione con AID iniziata nel 2009, che permette
di ampliare le risorse per la diagnosi per i disturbi specifici di apprendimento.
Sono stati creati o potenziati 8 centri diagnostici pubblici, altamente qualificati ed interamente
dedicati alla diagnosi dei DSA dove si potrà ottenere una valutazione in tempi rapidi.


PERCHÉ
Per l’età evolutiva
La legge 170/2010 prevede per i ragazzi con diagnosi di DSA provvedimenti didattici di
supporto e forme di valutazione adeguate, un diritto a cui si accede presentando un documento
diagnostico. In Italia la prevalenza dei DSA è del 3,5 %, ma in questo momento gli alunni in possesso
di una diagnosi di DSA sono solo lo 0,9%. Ciò significa che ben 2 casi su 3 sfuggono alla diagnosi.
Per questi ragazzi, oltre ad un percorso scolastico difficile e sofferto, esiste un elevato rischio di
andare incontro a problemi psicologici, abbandono scolastico e insuccesso sociale.


Per l’età adulta
La Dislessia è una caratteristica costituzionale e, come tale, permane in età adulta. Alcuni
soggetti compensano quasi del tutto le difficoltà che avevano da bambini, ma molti continuano ad
avere prestazioni nelle lettura e/o nella scrittura inferiori alla norma. Anche se non esiste ancora in
Italia (a differenza degli altri paesi) una legge che li tuteli in modo specifico, molti dislessici adulti
necessitano di ricevere una diagnosi per evitare che le loro difficoltà condizionino negativamente
il loro percorso formativo (università, corsi di qualificazione professionale, etc) o incidano sul
loro successo professionale.




DOVE SI SVOLGE In 7 città (Torino, Milano, Varese, Trieste, Reggio Emilia, Roma, Messina)
presso 8 centri per l’età evolutiva e/o l’età adulta.
QUANDO Il progetto, con inizio a settembre 2012, dura un anno. I centri coinvolti effettuano
le valutazioni diagnostiche secondo le indicazioni delle Consensus Conferences sui DSA, in modo da
consentire l’accesso ai provvedimenti di supporto in base alla legge 170/2010.
COME SI ACCEDE È possibile accedere prendendo contatto direttamente con ogni centro
diagnostico. L’Help Line nazionale dell’AID fornirà informazioni e contatti per rivolgersi al centro
più vicino.
Help Line AID
telefono 051243358 — LUN e MER dalle 10:00 alle 15:00 — MAR e GIO dalle 10:00 alle 13:00
help-line@dislessia.it
PROGETTO DIAGNOSI non sostituiscono l’attività diagnostica che
normalmente si svolge nelle aziende sanitarie, nei servizi di neuropsichiatria infantile e in altre
strutture del servizio sanitario nazionale.
Grazie al finanziamento di Fondazione Telecom Italia è stato possibile potenziare le risorse già
esistenti per colmare il ritardo diagnostico del nostro Paese, messo in evidenza dalla legge 170 che
richiede di eseguire molte nuove diagnosi o aggiornare quelle esistenti.


Messina (età adulta ed età evolutiva)
Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico 
“G. Martino” - Università di Messina Unità di 
Neuropsichiatria Infantile
Referente
Antonella Gagliano - tel: 090 2213146
e-mail: diagnosidislessia@gmail.com

Milano (età adulta)
Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda
Laboratorio di Neuropsicologia Cognitiva
Referente
Gabriella Bottini - tel: 02 64442126 - 349 7061673
e-mail: dislessia.niguarda@gmail.com

Reggio Emilia (età adulta) centro coordinatore
IRCCS Arcispedale S.Maria Nuova, Unità di 
Neurologia
Referente
Enrico Ghidoni - tel: 0522 296031
e-mail: ghidoni.enrico@asmn.re.it

Roma 1 (età adulta)
IRCCS San Raffaele Pisana
Referente
Giacomo Stella - tel: 345 7056804
          giacomo.stella@unimore.it

Roma 2 (età evolutiva) centro coordinatore
Università La Sapienza di Roma - Policlinico 
Umberto I
Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria 
Infantile- UOC NPI B.
Referente
Roberta Penge - tel: 06 44712254 - 06 44712278
e-mail: roberta.penge@uniroma1.it

Torino (età adulta ed età evolutiva)
Azienda Sanitaria Locale Torino 3 – Struttura 
Complessa di Psicologia. 
Referente
e-mail: bmantovani@psicologiaaslto3.it

Trieste (età evolutiva)
IRCCS materno-infantile BurloGarofolo 
 S.C.O. di Neuropsichiatria 
Pediatrica, 
Referente
Isabella Lonciari - tel: 040 3785302 (h 11-13)
e-mail: dislessiatrieste@burlo.trieste.it

Varese (età adulta ed età evolutiva) 
centro coordinatore 
Università dell’Insubria – UOC di Neuropsichiatria 
infantile
Referente
Cristiano Termine - tel. 0332 299410 o 299411
e mail: dislessiavarese@gmail.com

Centri coinvolti nel PROGETTO DIAGNOSI
Help Line AID
telefono 051243358 — LUN e MER dalle 10:00 alle 15:00 — MAR e GIO dalle 10:00 alle 13:00
help-line@dislessia.it
Barbara Mantovani – tel: 011 9551822
e-mail: f.norveti@gmail.com
           lonciari@burlo.trieste.it
           antonella.gagliano@unime.it


Nessun commento: