lunedì 11 ottobre 2021

INVALSI 2022 DATE E SVOLGIMENTO - DSA BES 104

 

QUI LE DATE:

Scuola primaria le Prove INVALSI 2022 avvengono simultaneamente nello stesso giorno per ogni materia e alla stessa ora con la tradizionale modalità carta e matita.

La Scuola secondaria di primo e di secondo grado, invece, utilizza il computer – modalità CBT – e svolge le prove all’interno di un periodo di somministrazione fissato a livello nazionale. Questa finestra temporale può essere gestita autonomamente da ciascuna scuola, in funzione del numero degli allievi e del numero di computer disponibili.












La classificazione del MIUR per i BES

Il quadro normativo è stato meglio definito con la Legge n. 170/2010 sulle Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico e con la successiva Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 sugli Strumenti d’intervento per gli alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica.

Il MIUR ha identificato diverse tipologie di alunni con Bisogni Educativi Speciali e li ha suddivisi in tre categorie:

  1. Alunni con disabilità, che viene certificata ai sensi della Legge n. 104/1992
  2. Alunni con disturbi evolutivi specifici, divisi in
    • DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento, che vengono certificati ai sensi della Legge n. 170/2010
    • altri disturbi evolutivi: Deficit del Linguaggio; Deficit delle Abilità Non Verbali; Deficit della Coordinazione Motoria o disprassia; l’ADHD – Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività; Funzionamento Intellettivo Limite o borderline; Disturbo dello Spettro Autistico lieve; Disturbi d’Ansia; Disturbi dell’Umore; Disturbo Oppositivo/Provocatorio
  3. Alunni con svantaggio socio-economico, culturale, linguistico o con disagio comportamentale/relazionale. 

    Come funziona per le Prove INVALSI?

    La normativa che regolamenta le modalità di svolgimento personalizzate delle delle Prove INVALSI per gli studenti con BES è il D.Lgs. 62/2017, che prevede però delle eccezioni solo per gli studenti con certificazioni riconosciute ai sensi delle Leggi n. 104/1992 e n. 170/2010.

    Hanno quindi diritto a una modalità di svolgimento con misure compensative o dispensative, gli studenti con:

    1. disabilità certificata
    2. certificazione di DSA

    Svolgono le Prove nella modalità canonica gli alunni con:

    1. altri disturbi evolutivi, diversi dai DSA. Alcuni di questi disturbi si presentano spesso in comorbilità con disabilità o DSA: in questi casi, in presenza di una certificazione si possono avere misure compensative o dispensative
    2. svantaggio socio-economico, culturale, linguistico
    3. disagio comportamentale/relazionale

    Le eccezioni consistono nell’esonerare lo studente dallo svolgimento di una o più Prove (misure dispensative) o nel fornirgli tempo aggiuntivo e degli strumenti che ne facilitino lo svolgimento (misure compensative), in base a quanto è previsto nel suo PDP – Piano Didattico Personalizzato o nel suo PEI – Piano Educativo Personalizzato.

    Le Prove INVALSI per i BES con disabilità certificata

    Secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 62/2017 gli studenti con disabilità partecipano alle Prove INVALSI secondo le modalità previste dal proprio Piano Educativo Individualizzato.

    In base a tale documento il consiglio di classe o i docenti contitolari della classe possono prevedere adeguate misure compensative o dispensative per lo svolgimento delle Prove o decidere di farle svolgere nel loro formato standard.

    Nel caso il PEI lo preveda l’alunno svolge le Prove INVALSI con le seguenti misure compensative:

    • tempo aggiuntivo – fino a 15 minuti per ciascuna prova
    • donatore di voce per l’ascolto individuale in audio-cuffia
    • calcolatrice e/o dizionario
    • ingrandimento
    • adattamento prova per alunni sordi
    • Braille – per Italiano e Matematica

    Sempre se previsto nel PEI possono essere applicate le seguenti misure dispensative:

    • esonero da una o più Prove INVALSI
    • esonero da una delle due parti – ascolto o lettura – della Prova di Inglese

    Anche se un allievo dispensato non partecipa a una o più Prove INVALSI, il consiglio di classe può decidere di coinvolgerlo ugualmente e di farlo essere presente durante la somministrazione.

    Gli allievi dispensati da una o più Prove o che sostengono prove differenziate non ricevono la descrizione dei livelli di apprendimento al termine del primo e del secondo ciclo di studi da parte dell’INVALSI.

    Le Prove INVALSI per gli alunni con certificazione di DSA

    Secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 62/2017 gli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento partecipano alle Prove INVALSI secondo le modalità previste dal proprio Piano Didattico Personalizzato.

    In base a questo documento lo studente con DSA svolge le Prove INVALSI nel loro formato standard oppure con l’ausilio di misure compensative quali:

    • tempo aggiuntivo – fino a 15 minuti per ciascuna prova
    • dizionario e/o calcolatrice
    • donatore di voce per l’ascolto individuale in audio-cuffia

    Nel caso della Prova di Inglese, se il PDP prevede l’esonero dalla prova scritta di lingua straniera o dall’insegnamento della lingua straniera, lo studente con DSA non svolge la prova di lettura o di ascolto oppure l’intera Prova nazionale.

    Gli alunni dispensati da una o da entrambe le Prove di Inglese non ricevono al termine del primo e del secondo ciclo di studi la descrizione dei livelli di apprendimento da parte dell’INVALSI.

venerdì 24 settembre 2021

NOVITA' PER PATENTE DSA ESAME TEORIA. GAZZETTA UFFICIALE IL 21 SETTEMBRE 2021

 Vi posto link della Gazzetta Ufficiale approvazione decreto per patenti per dsa.

RIASSUMENDO:

Diagnosi dsa accettate anche da strutture private riconosciute, non più certificati dal neuropsichiatra.

Utilizzo strumenti tempo in più 30%  40 minuti invece di 30 minuti

Audio mp3

NON SI PAGA PIU' marca da bollo ulteriore 16 euro

ESAME  PER PATENTI SPECIALI CQC finchè non verrà preparato anche per loro file audio, il quiz sarà letto da un funzionario solo su richiesta del candidato, anche loro tempo in più 110 minuti invece di 90 minuti.

 Vi inseriamo qui libri per patente facilitati con esercitazioni online, oppure applicazione  RMASTRI QUIZ PATENTE

LIBRO DOVE è SPIEGATO IN MANIERA FACILITATA OLTRE A LETTORE UMANO LIBRO ESSEBITALIA AIUTOQUIZ PATENTE A-B


GUARDA QUI GAZZETTA UFFICIALE 21 SETTEMBRE N. 226



lunedì 26 luglio 2021

UNIVESITA' TEST INGRESSO ANNO 2021 2022 RINNOVO DIAGNOSI NUOVA CIRCOLARE MIUR E CNUDD CONFERENZA NAZIONALE UNIVERSITARIA DEI DELEGATI PER DISABILITA.

 Il Ministero dell'Università e della Ricerca, considerati i lunghi tempi di attesa per rinnovare le certificazioni di DSA necessarie per le tutele previste dalla legge 170 del 2010, ha prorogato la validità delle diagnosi di DSA e delle certificazioni di invalidità per le prove di ammissione ai corsi di laurea e laurea magistrale ad accesso programmato. La circolare è stata pubblicata lo scorso 30 Aprile 2021 e inviata, fra gli altri, alla Presidente della CNUDD (Conferenza Nazionale Universitaria dei Delegati per la Disabilità).

OGGETTO: ammissione con riserva dei candidati con disabilità o DSA in possesso di certificazione non aggiornata- prove di ammissione ai corsi di laurea e laurea magistrale ad accesso programmato nazionale a.a. 2021/2022. Con riferimento alle misure adottate per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19, si rappresenta quanto segue.

Il candidato con disabilità di cui alla legge n. 104/1992 o DSA di cui alla legge n. 170 del 2010 che, per l’a.a. 2021/2022, intende sostenere i test di accesso per i corsi di laurea ad accesso programmato nazionale, deve tempestivamente presentare all’Ateneo, come già previsto durante lo scorso anno accademico, la certificazione di invalidità o la certificazione per la diagnosi di DSA di cui alla legge n. 104 del 1992. Pertanto, visto il protrarsi della riduzione delle attività degli ambulatori del SSN ed al fine di evitare che il candidato possa trovarsi nell’impossibilità di richiedere la certificazione aggiornata e, conseguentemente, i tempi aggiuntivi, gli strumenti dispensativi e le misure compensative previste dalla normativa di riferimento, si invitano codesti Atenei ad ammettere le richieste dei candidati con disabilità o diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (DSA) di cui alla legge n. 170/2010 seppur in possesso di certificazioni non recenti, con riserva di richiedere successivamente, non appena l’attività del SSN sarà pienamente ripristinata, l’integrazione della documentazione ivi prevista. Si invitano codesti Atenei a dare seguito a quanto sopra indicato mediante adozione di ogni altra misura idonea ed opportuna al fine di garantire regolarmente ai candidati con disabilità o con DSA l’accesso alle prove di ammissione ai corsi di laurea di cui all’oggetto. La previsione suindicata sarà inserita, come già avvenuto lo scorso anno accademico, nei decreti modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato nazionale di imminente emanazione.


QUI CIRCOLARE CIRCOLARE 30122 REG. 161978674

giovedì 1 luglio 2021

LIBRI SCOLASTICI - DIFFERENZA LIBRI DIGITALE E BOOK AUDIOLIBRO - COME ORDINARE LIBRI DIGITALI

DIFFERENZE TRA LIBRI

  • Libro digitale file di testo in formato PDF aperto, con il quale è possibile interagire (copiare, incollare) attraverso software specifici gratuiti o a pagamento.
  • E-book: anche l'e-book è un libro digitale, ma in formato protetto, che non consente di interagire con il testo
  • Audiolibro: un file audio con la lettura ad alta voce di un testo, realizzata da una persona. Potete iscrivervi al servizio libroparlatolions inviare diagnosi dsa e poi scaricare tutti i libri di narrativa letti da donatori di voce http://www.libroparlatolions.it/
  • Oppure tramite ADOVGENOVA

LIBRI DIGITALI.

A COSA SERVE E COS'E'.

I LIBRI SCOLASTICI OLTRE AD ESSERE CARTACEI SI POSSONO AVERE ANCHE IN FORMATO DIGITALE CIOE' DETTI PDF APERTI.

IL PDF APERTO VUOL DIRE CHE E' UN PDF IN CUI SI PUO' COPIARE INCOLLARE ALCUNE PARTI. 

  • SI PUO' USARE LE IMMAGINI CREANDO LE MAPPE CON LE STESSE IMMAGINI DEL LIBRO. OPPURE PRENDERE LE PAROLE CHIAVI DEL LIBRO STESSO E INSERIRLE NELLA MAPPA. LE MAPPE ALL'INIZIO SI POSSONO CREARE A MANO (QUI I VARI PROGRAMMA GRATUITI VANNO SCARICATI UNO E PROVATO ALMENO PER 15 GG PRIMA DI PROVARNE UN ALTRO PROGRAMMI MAPPE ) COS'E' UNA MAPPA COME SI COSTRUISCE QUI COME FARE MAPPA
    • SI PUO' SOTTOLINEARE ALCUNE RIGHE DEL PDF.
    • SI PUO' CREARE RIASSUNTI.

      • SERVE PER RENDERE AUTONOMI I RAGAZZI CON DSA.

      E' UTILE AVERE SIA LIBRO CARTACEO SIA QUELLO DIGITALE.

      SENZA IL CARTACEO NON E' POSSIBILE AVERE IL DIGITALE.

      COME OTTENERE LIBRI DIGITALI PDF?

      OGNI LIBRO CARTACEO HA UN CODICE ISBN DI 13 CIFRE.

      PER ESSERE SICURI DI OTTENERE STESSO LIBRO DOVETE SEMPRE FAR RIFERIMENTO A QUEL CODICE.

      1) UN MODO GRATUITO E' TRAMITE https://www.seleggo.org/ (DOVETE CONTROLLARE SE CI SONO I VS. LIBRI)

      2) OPPURE FARE FOTO DEI LIBRI. LO TROVI SOTTO DOPO SPIEGAZIONE SOCI AID ECC.

      3) ESSERE SOCI AID ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA.

      ESSERE SOCI E' UNA QUOTA CHE VA PAGATA OGNI ANNO DI 40 EURO. SE RAGAZZO MAGGIORENNE SI PAGA 25 EURO 

      QUI COME DIVENTARE SOCI SOCIO AID

      RICORDO CHE ESSERE SOCI AVETE ALCUNE COSE CHE POTETE ANCHE PRETENDERE OGNI SEDE AID DEVE AIUTARVI SE SIETE IN DIFFICOLTA' CON SCUOLA. AVETE SCONTI CON ALCUNI PROGRAMMI A PAGAMENTO. CORSI VARI CHE DOVRETE PAGARE CON QUOTA AGEVOLATA.

      AID HA FATTO ACCORDO CON ALCUNE CASE EDITRICI. 

      UNA VOLTA CHE SI E' SOCI COME PROCEDERE PER LIBRI DIGITALI?

      DOVETE ANDARE SITO https://www.libroaid.it/

      QUI VIDEO CLICCATE. CHE SPIEGA COME SI RICHIEDONO E COME ARRIVANO.

      2) NON POSSO PERMETTERMI PAGARE QUOTA COME POSSO AVERE LIBRI DIGITALI?

      POTETE FARE DUE COSE:

      1 O CONTATTARE VOI DIRETTAMENTE CASA EDITRICE TRAMITE MAIL  ALLEGANDO DIAGNOSI E CHIEDENDO PDF APERTO. FACENDO RIFERIMENTO ALLA LEGGE STANCA

      2 SE CASA EDITRICE NON VUOLE ASSOLUTAMENTE FORNIRLO NEMMENO INDICANDO CHE ESISTE LA LEGGE STANCA /2004 Stanca (la cosiddetta “Legge Stanca”) che sancisce l'obbligo dell'accessibilità per il “materiale formativo e didattico utilizzato nelle scuole di ogni ordine e grado”, se ne deduce un'estensione di tale obbligo ai libri di testo digitali, tout court.

      3. ORMAI ESISTONO SOFTWARE GRATUITI CHE FACENDO FOTO DEL LIBRO SI SALVA IN PDF O FILE TESTO E COSI' POTRETE USARE PROGRAMMI DI SINTESI.

      UN MODO E' QUESTO COME LE FOTOCOPIE SPIEGAZIONE E CHE SOFTWARE USARE

      OPPURE CON GOOGLE LENS QUI VIDEO QUI VIDEO