giovedì 29 settembre 2016

DATE INVALSI 2017 ANCHE PER LE TERZE MEDIE

Vi postiamo qui le date invalsi divise per tipi di ordine di scuola:

3 maggio 2017
II PRIMARIA: prova preliminare di Lettura e prova di Italiano;
V PRIMARIA: prova di Italiano
5 maggio 2017
II PRIMARIA: prova di Matematica;
V PRIMARIA: prova di Matematica e Questionario studente
9 maggio 2017
II SECONDARIA DI SECONDO GRADO: prova di Matematica e di Italiano
15 giugno 2017
Esame di Stato - III SECONDARIA DI PRIMO GRADO (terza media)
 prova di Matematica e di Italiano
qui il link diretto INVALSI CLICCA QUI

Le scuole devono iscriversi e segnalare per avere formato mp3 e doc.

Come di consueto per dar corso alle procedure connesse con le prove è necessario iscriversi, a partire dalle ore 15.00 dell'11.10.2016 ed entro le ore 16.30 del 31.10.2016 (2), seguendo le indicazioni fornite sul sito dell'INVALSI.

mercoledì 28 settembre 2016

RACCOLTA FIRME ONLINE PER LIBRI DIGITALI SCOLASTICI

LIBRI DIGITALI: PARI OPPORTUNITA' DI STUDIO PER TUTTI


La lettura del libro in formato cartaceo è molto faticosa o impossibile   per la maggior parte degli studenti con D.S.A. e BES, tale da rallentarne l’apprendimento  impedendone il conseguente successo formativo “garantito” dalla Legge 170/2010 (Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico),  dalla C.M. n. 8/2013 (BES).
Per molti alunni e studenti universitari è indispensabile - per compensare le  difficoltà di lettura e  consentire l’autonomia nello studio - leggere attraverso il canale uditivo. Lo strumento compensativo necessario è l’utilizzo di libri di testo in formato digitale (PDF integrale aperto) che consentono di: 1) applicare software di sintesi vocale per leggere con le orecchie  e contemporaneamente comprendere; 2) sottolineare ed evidenziare il testo; 3) estrapolare contenuti per la creazione di mappe concettuali o riassunti; 4) modificare il font con uno ad alta leggibilità che rende meno faticosa la lettura.
Non tutte le case editrici realizzano e mettono a disposizione degli studenti i libri di testo (scolastici e universitari) anche in formato digitale nonostante le numerose Circolari Ministeriali (Circolari del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n.18 Prot. n.703 del 9 febbraio 2012 e MIURA00DGOS Prot.n.2581 del 9 aprile 2014).
Anche l’art. 6, c.2 quater, legge 128/2013  dispone quanto segue: “ Lo Stato promuove lo sviluppo della cultura digitale, definisce politiche di incentivo alla domanda di servizi digitali e favorisce l'alfabetizzazione informatica anche tramite una nuova generazione di testi scolastici preferibilmente su piattaforme aperte che prevedano la possibilità di azioni collaborative tra docenti, studenti ed editori, nonché la ricerca e l'innovazione tecnologiche, quali fattori essenziali di progresso e opportunità di arricchimento economico, culturale e civile come previsto dall'articolo 8 del codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82”.
Il Ministero dell’Istruzione sul proprio sito web http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/librii scrive: “... Il libro di testo si rivela uno strumento prezioso al servizio della flessibilità nell'organizzazione dei percorsi didattici introdotta dalla scuola dell'autonomia: esso deve essere adattabile alle diverse esigenze, integrato e arricchito da altri testi e pubblicazioni, nonché da strumenti didattici alternativi.”
L’istruzione non deve essere ostacolata, ma  garantita a tutti secondo le specifiche condizioni soggettive.
Diversamente, il diritto allo studio, costituzionalmente garantito (art. 3 e 33), viene in contrasto con i principi di uguaglianza e di pari opportunità.
Per quanto sopra esposto, dovendo tener conto delle necessità e dei differenti stili di apprendimento di “tutti gli studenti”, in particolar modo degli studenti con D.S.A. – BES – ipovedenti e non vedenti
SI CHIEDE
 1) che il MIUR adotti provvedimenti affinché tutte  le case editrici forniscano i libri di testo  scolastici e universitari cartacei, corredati di PDF integrale aperto (libro digitale modificabile).
 La presente petizione, fortemente voluta dalle numerosissime rimostranze di famiglie, è promossa dal Coordinamento  Associazioni  D.S.A. “Tutti per Uno”:
·         Ass.ne DI.RE.FA.RE.
·         Ass.ne D.S.A. – Dislessia, un limite da superare
·         Ass.ne Beautiful Mind
·         Ass.ne Relessica
·         Ass.ne S.O.S. Dislessia Alta Val di Cecina
·         Ass.ne L’Orto del sapere
·         Ass.ne Harahel

PER FIRMARE:Cliccate qui: CLICCA QUIpoi date tutti i vs. datiuna volta dati vi arriverà conferma sulla vs. email confermate la firma se no non ha valore.Grazie firmate e divulgate. 

mercoledì 31 agosto 2016

COSE DA SAPERE PER INIZIO ANNO SCOLASTICO 2016/2017

Ciao visto che tra poco inizia l'anno scolastico 2016/2017 abbiamo pensato di inserire alcuni suggerimenti.
Diagnosi fare sempre copie mai dare l'originale a scuola. Originale si tiene a casa. 
Portare a scuola copia diagnosi accompagnata da una lettera di delibera sulla privacy in modo che i docenti possono leggere la diagnosi e così poter capire come aiutare il ragazzo/a

Pdp (piano didattico personalizzato)
1 va rifatto ogni anno,
2 si aggiungono cose si modifica si legge con attenzione,
3 deve essere dato entro il 30 novembre (se consegnato diagnosi a settembre)
4 Deve essere firmato dal dirigente dai docenti dalla famiglia (superiori anche dal ragazzo). Avere una copia
5 Fino a quando non c'e' quello nuovo vale quello dell'anno scorso
6 Medie e superiori richiedere con lettera copia delle verifiche scritte per poter controllare e per aiutare i ragazzi in caso siano negative se invece sono positive servono in caso di cambio docenti.
7 se durante l'anno ci si accorge che alcune cose non sono segnate si può chiedere la modifica in questo caso va rifatto e va rifirmato.

venerdì 12 agosto 2016

8 agosto 2016 REGIONE LOMBARDIA STANZIATO SOLDI PER APRIRE BANDO LEGGE 23/99 STRUMENTI TECNOLOGICI

03/08/2016

Ausili, finanziato il bando regionale con 1,5 milioni di euro

Con la manovra di assestamento di bilancio sono stati reperiti i fondi per il bando Legge 23/99. 
Nel corso dell'ultima seduta del Consiglio Regionale lombardo è stata approvata la manovra di assestamento di bilancio per il triennio 2016-2018. Si tratta di un documento che adegua le politiche di intervento regionale, rimodulando e rivedendo alcune spese rispetto al bilancio di previsione approvato lo scorso dicembre. Risorse che permetteranno di finanziare diversi servizi a favore dei soggetti più fragili. Tra questi, è previsto uno stanziamento di 1,5 milioni di euro per il 2016 che permetterà di finanziare anche per l'anno in corso il bando previsto dalla Legge 23/99 per l'acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati.

Una misura importantissima –  Permetterà alle famiglie di persone con disabilità di ottenere un contributo per l’acquisto di strumentazioni tecnologicamente avanzate, garantendo interventi a favore di minori affetti da disturbi nell’apprendimento, adattamenti domotici e adattamenti dell’autoveicolo”.

Il bando dovrebbe uscire settembre/ottobre.

qui per leggere tutto l'articolo clicca qui