mercoledì 15 novembre 2017

Date e Presentazione prove Invalsi 2017/2018 italiano, matematica, inglese, per la scuola primaria e scuola secondaria primo grado (terza media)

Ecco qui hanno pubblicato oggi.
Invalsi il resoconto dettagliato di come verranno svolte le prove invalsi di quest'anno con  italiano, matematica e inglese. Per scuola primaria e anche per la scuola secondaria di primo grado (terza media)

Ci sono anche indicazioni per chi ha PEI, PDP  (dsa)

CLICCA QUI PDF DETTAGLIATO

PER V ELEMENTARE INGLESE

CLICCA QUI DETTAGLIO ANCHE PER DSA

venerdì 10 novembre 2017

REGIONE LOMBARDIA USCITO BANDO 23/99 STRUMENTI TECNOLOGICI APERTURA DA DICEMBRE 2017 SCADENZA FEBBRAIO 2018

Erogazione contributi per l'acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati per persone disabili Legge 23/99


Nuovo Bando Legge regionale 23/99 - Strumenti tecnologicamente avanzati
L’agevolazione di cui al presente avviso è intesa come contributo riconosciuto, se dovuto, nella misura del 70% della spesa ammissibile, entro determinati valori di minimo e di massimo, per l’acquisto, il noleggio o il leasing di strumento/ausilio acquisiti nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2015 e la data di scadenza dell’avviso.
Sono destinatarie tutte le persone disabili che vivono da sole o in famiglia indipendentemente dall’età ed anche le famiglie con figli con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Le domande vengono valutate solo se prevedono una spesa pari o superiore a € 300,00.

La domanda deve essere presentata via pec o in formato cartaceo. Verificare la possibilità dell’invio tramite casella mail ordinaria sulle pagine web “Avviso legge 23/99” della Agenzia di Tutela della salute di riferimento in base a dove si è residenti.

Per informazioni scrivere a:
DOMANDE DA PRESENTARE DA DICEMBRE 2017 SCADENZA 09.02.2018
ALLEGATI E MODULI DA SCARICARE E COMPILARE DALLA FAMIGLIA E DAL CENTRO DIAGNOSI.

CLICCA QUI 



giovedì 2 novembre 2017

ESAMI TERZA MEDIA (RIFORMA ANNO SCOLASTICO 2017/2018) RIASSUNTO SU COME VERRANNO SVOLTI E QUALI STRUMENTI PER I DSA

Ciao a tutti.
Quest'anno per chi deve affrontare esami terza media ci sono molte novità. Entra la riforma.
Abbiamo pensato di fare un riassunto e di aiutarvi a capire quali strumenti potranno usare i ragazzi certificati DSA.

CLICCA QUI RIASSUNTO E TUTTI I PUNTI RELATIVI AL NUOVO ESAME DI STATO DI TERZA MEDIA

mercoledì 11 ottobre 2017

NOVITA' ESAMI TERZA MEDIA ANNO SCOLASTICO 2017/2018 FIRMATO IERI DECRETO.

Ieri Ministro Istruzione ha firmato il decreto per ESAMI TERZA MEDIA ANNO SCOLATICO 2017/20118.

NOVITA'

INSIEME AL DIPLOMA VERRA' CONSEGNATA LA CERTIFICAZIONE COMPETENZE DI 8 DISCIPLINE.

GIUDIZIO DI COMPORTAMENTO NON PIU' VOTO MA UN BREVE GIUDIZIO

INVALSI AD APRILE DI ITALIANO, MATEMATICA INGLESE. PER INGLESE USCIRANNO LE ISTRUZIONI AD OTTOBRE SU COME VERRA' SVOLTA E LE COMPETENZE. TUTTE LE PROVE VERRANNO SVOLTE AL PC. TUTTI DOVRANNO SVOLGERLE, CHI NON SVOLGE LE PROVE INVALSI NON VERRA' AMMESSO ALL'ESAME

3 PROVE SCRITTE:

ITALIANO, MATEMATICA, E UNA LINGUA STRANIERA.


ORALE: 
COLLOQUIO 
È finalizzato a valutare il livello di acquisizione delle conoscenze, abilità e competenze previsto dalla Indicazioni nazionali, con particolare attenzione alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento fra discipline. Terrà conto anche dei livelli di padronanza delle competenze connesse alle attività svolte nell’ambito di Cittadinanza e Costituzione.

RISULTATO FINALE ESAME:
Valutazione e voto finale
Il voto finale deriverà dalla media fra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio. Potrà essere assegnata la lode.

SCHEMA RIASSUNTIVO:



QUI SOTTO LA NOTA INTERA.



Scuola, Fedeli firma il decreto:
cambia l’Esame della secondaria di I grado
Più attenzione al percorso di studi,
Cittadinanza e Costituzione valorizzata nel colloquio
Prove Invalsi ad aprile: si faranno al computer, arriva l’Inglese
Circolare alle scuole anche per la valutazione nel I ciclo
Maggiore attenzione alla valorizzazione del percorso fatto da alunne e alunni durante il triennio di studi. La partecipazione alle prove Invalsi diventa requisito d’ammissione all’Esame, ma non incide sulla votazione finale, lo svolgimento è anticipato ad aprile e a Italiano e Matematica si aggiunge l’Inglese. Competenze in Cittadinanza e Costituzione valorizzate all’orale. Insieme al diploma arriva un modello nazionale di certificazione delle competenze, risultato della sperimentazione già condotta da circa 2.700 scuole.
Sono le principali novità del nuovo Esame di Stato della scuola secondaria di I grado, disegnato da uno dei decreti attuativi della legge 107 del 2015 (Buona Scuola) approvati lo scorso aprile. La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, ha firmato il decreto che rende operative le nuove regole.
Sarà poi inviata oggi alle scuole l’apposita circolare informativa sulle nuove modalità di valutazione del I ciclo previste dalla legge, rispetto alle quali il Ministero, in accordo con le sedi regionali, metterà in campo specifici interventi di accompagnamento per  il personale della scuola fin dalla prima fase di attuazione.
Valutazione nel I ciclo
Le nuove modalità di valutazione mettono al centro l’intero processo formativo e i risultati di apprendimento, con l’obiettivo di dare più valore al percorso fatto dalle alunne e dagli alunni, e sono improntate ad una loro presa in carico complessiva per contrastare le povertà educative e favorire l’inclusione, attivando tutte le strategie di accompagnamento necessarie.
Sarà il collegio dei docenti a deliberare criteri e modalità di valutazione di apprendimenti e comportamento. I criteri saranno resi pubblici e inseriti nel Piano triennale dell’offerta formativa. Le scuole, per rendere più completa e chiara la valutazione anche alle famiglie, dovranno accompagnare i voti in decimi con la descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti raggiunto. La valutazione del comportamento sarà espressa d’ora in poi con giudizio sintetico e non più con voti decimali, per offrire un quadro più complessivo sulla relazione che ciascuna studentessa o studente ha con gli altri e con l’ambiente scolasticoLa norma che prevedeva la non ammissione alla classe successiva per chi conseguiva un voto di comportamento inferiore a 6/10 è abrogata. Ma resta confermata la non ammissione alla classe successiva (in base a quanto previsto dallo Statuto delle studentesse e degli studenti) nei confronti di coloro a cui è stata irrogata la sanzione disciplinare di esclusione dallo scrutinio finale.
                                              
Insieme al diploma finale del I ciclo sarà rilasciata una Certificazione delle competenze con riferimento alle competenze chiave europee. Alle scuole verrà fornito, per la prima volta, un modello unico nazionale di certificazione, che sarà accompagnato anche da una sezione a cura dell’Invalsi con la descrizione dei livelli conseguiti nelle Prove nazionali.
Saranno otto le competenze certificate dalle scuole: comunicazione nella madrelingua, comunicazione nella lingua straniera, competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia, competenze digitali, capacità di imparare ad imparare (intesa come autonomia negli apprendimenti), competenze sociali e civiche, spirito di iniziativa, consapevolezza ed espressione culturale.
La certificazione sarà rilasciata anche al termine della primaria, ma senza la sezione dedicata all’Invalsi.
L’Invalsi
Nella scuola primaria le prove sono confermate in seconda e quinta. Nell’ultima classe viene introdotta una prova in Inglese coerente con il Quadro comune europeo di riferimento delle lingue e con le Indicazioni nazionali per il curricolo. L’Invalsi fornirà, nel mese di ottobre, le indicazioni necessarie per accompagnare l’introduzione della prova di Inglese.
Nella secondaria di I grado le prove si sostengono in terza, ma non fanno più parte dell’Esame, nell’ottica di una maggiore coerenza con l’obiettivo finale delle prove: fotografare il livello di competenza delle ragazze e dei ragazzi per sostenere il miglioramento del sistema scolastico. Restano Italiano e Matematica, si aggiunge l’Inglese. Le prove si svolgeranno ad aprile, al computer. La partecipazione sarà requisito per l’accesso all’Esame, ma non inciderà sul voto finale. Entro ottobre le scuole riceveranno le informazioni necessarie per lo svolgimento delle prove al computer.
L’Esame conclusivo del I ciclo
L’ammissione
Per poter sostenere l’Esame, le alunne e gli alunni del terzo anno delle scuole secondarie di I grado dovranno aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale, non aver ricevuto sanzioni disciplinari che comportano la non ammissione all’Esame, e aver partecipato alle prove Invalsi di Italiano, Matematica e Inglese. Nel caso in cui l’alunna o l’alunno non abbiano raggiunto i livelli minimi di apprendimento necessari per accedere all’Esame, il consiglio di classe potrà deliberare, a maggioranza e con adeguata motivazione, la non ammissione.
Le prove
Terranno maggiormente conto, rispetto al passato, del profilo delle studentesse e degli studenti e dei traguardi di sviluppo delle competenze definiti nelle Indicazioni Nazionali per il curricolo. Le prove scritte diventano tre: una di Italiano, una di Matematica e una per le Lingue straniere.
Italiano 
Verificherà la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale, la coerente e organica esposizione del pensiero da parte delle alunne e degli alunni. Le tracce dovranno comprendere un testo narrativo o descrittivo; un testo argomentativo, che consenta l’esposizione di riflessioni personali, per il quale dovranno essere fornite indicazioni di svolgimento; una traccia di comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico anche attraverso richieste di riformulazione. La prova potrà essere strutturata anche in più parti, mixando le tre diverse tipologie.
Matematica 
Sarà finalizzata ad accertare la capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze, delle abilità e delle competenze acquisite dalle alunne e dagli alunni nelle seguenti aree: numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni. La prova sarà strutturata con problemi articolati su una o più richieste e quesiti a risposta aperta. Potranno rientrare nelle tracce anche metodi di analisi, organizzazione e rappresentazione dei dati, caratteristici del pensiero computazionale.
Lingua straniera 
È prevista una sola prova di Lingua straniera, distinta in due sezioni, che verificherà che le alunne e gli alunni siano in possesso delle competenze di comprensione e produzione scritta di livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per l’Inglese e A1 per la seconda lingua comunitaria. La prova potrà consistere: in un questionario di comprensione di un testo a risposta chiusa e aperta; nel completamento di un testo in cui siano state omesse parole singole o gruppi di parole, oppure riordino e riscrittura o trasformazione di un testo; nell’elaborazione di un dialogo su traccia articolata che indichi chiaramente situazione, personaggi e sviluppo degli argomenti; nell’elaborazione di una lettera o email personale su traccia riguardante argomenti di carattere familiare o di vita quotidiana; nella sintesi di un testo che evidenzi gli elementi e le informazioni principali.
Il colloquio 
È finalizzato a valutare il livello di acquisizione delle conoscenze, abilità e competenze previsto dalla Indicazioni nazionali, con particolare attenzione alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento fra discipline. Terrà conto anche dei livelli di padronanza delle competenze connesse alle attività svolte nell’ambito di Cittadinanza e Costituzione.
Valutazione e voto finale
Il voto finale deriverà dalla media fra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio. Potrà essere assegnata la lode.
Il decreto riserva particolare attenzione alle alunne e agli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA): per loro sono previsti tempi adeguati, sussidi didattici o strumenti necessari allo svolgimento delle prove d’Esame.

QUI TUTTA LA NOTA CIRCOLARE N. 1865 DEL 10.10.2017 NOTA CIRCOLARE N. 1865 DEL 10.10.2017

sabato 23 settembre 2017

QUI INCONTRI E DATE DI QUEST'ANNO 2017 E 2018

Ciao a tutti,
volevamo avvisarvi che il giorno 07/10/2017 in occasione della settimana Nazionale della Dislessia ore 15,00 incontro gratuito per genitori, docenti, e ragazzi presso la Biblioteca civica di Albairate.
Si potranno capire i passi da fare ora a inizio anno scolastico, vedere alcuni strumenti compensativi gratuiti con pc e tablet.
Ore 17,00 saranno presenti gli specialisti Equipemutamenti pronti a rispondere alle vs. domande su diagnosi ecc.

Qui la locandina degli incontri durante l'anno.

Qui il sito dove trovare molte informazioni



giovedì 7 settembre 2017

BUON INIZIO ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Buon inizio anno scolastico ai ragazzi/e, famiglie dirigenti docenti personale ATA.

Ai ragazzi/e

Siate gentili, rispettosi degli altri, non prendete in giro chi è più debole, ma date il vostro aiuto.
Cercate di imparare il più possibile perchè quello che imparerete  servirà per il vostro futuro.
Essere persone libere, persone migliori di alcuni adulti di oggi.
Sognate e cercate di realizzare i vostri sogni.
Siate curiosi la curiosità serve per capire. Miglioratevi sempre.
Pensate sempre di non fare agli altri quello che non vorreste che fosse fatto a voi.
Fate oggi quello che dovreste fare domani.

Alle famiglie.


State vicino ai vostri ragazzi/e anche se fanno i grandi hanno sempre bisogno di voi.
Insegnate l'educazione la comprensione .
Insegnate che chi è diverso non bisogna aver paura, ma cercate di capire e di conoscere informandovi.
Aiutate i ragazzi/e a usare bene gli strumenti che hanno internet social cellulari ecc,
Collaborate con i docenti, i docenti non sono vostri nemici, con loro i ragazzi/e passano molte ore.
Conoscono dei lati dei vostri ragazzi/e che voi genitori non vedete, perchè quando sono con amici, compagni è normale essere diversi, essere accettati dagli altri.
Andare alle riunioni, o ai colloqui vivere la scuola serve non solo per sapere l'andamento, ma per avere tutti un obiettivo unico, rendere questi ragazzi/e degli uomini e donne migliori.


Dedico a tutti i docenti, dirigenti, personale ATA queste parole.
.
Usate il vostro amore per diffondere conoscenza, per creare donne e uomini della prossima società.
Usate la dolcezza e la comprensione, non serve fare i corsi se poi non si applicano i principi di collaborazione, e il buon senso.
Lasciate fuori dalla porta della classe i vostri problemi.
Sarete ricompensati dalla dolcezza dei bambini, dai ragazzi/e che capiranno i concetti base della vita.
Quando da adulti torneranno a ringraziarvi per tutto ciò che avete insegnato loro.
Questo è il regalo più bello che riceverete e il vostro cuore sarà riempito.
Grazie a Voi se seguirete queste piccole regole. 
Buon inizio scolastico


giovedì 24 agosto 2017

ESAMI DI RECUPERO SETTEMBRE

Vi posto qui un riassunto delle cose da fare per chi presto ha gli esami di recupero di settembre ed è DSA.
Grazie a Lorella Cucurnia e all'associazione Relessica per il riepilogo.

Gli esami di recupero sono un momento davvero decisivo del percorso scolastico dei nostri ragazzi: è bene informarli dei loro diritti in base al PDP e possibilmente essere presenti per sorvegliare lo svolgimento delle prove. Alcuni consigli:
- PROVA SCRITTA: se riuscite, accompagnate i vostri figli. Nel caso in cui venissero loro negati gli strumenti compensativi stabiliti, sarebbe bene che loro stessi lo scrivessero sulla verifica, prima di riconsegnarla (es.: non concesso tempo in più / testo non letto dall'insegnante / mappe ritirate / svolta senza uso di calcolatrice ecc.).
Immediatamente dopo, volate in Segreteria a far protocollare una segnalazione di inadempienze al PDP.
- ORALE: provate a richiedere di presenziare alla prova. Nel caso per esempio venissero richiesti argomenti estranei al programma assegnato per il recupero o non fossero compensate le parti insufficienti dello scritto con l'orale, o non venisse loro consentito l'uso di mappe/schemi ecc., provvedete nuovamente a protocollare in Segreteria una comunicazione della mancata applicazione del PDP.
Ugualmente nel caso di più prove sovrapposte, ove il PDP preveda non più di una verifica al giorno, protocollate subito una lettera al DS denunciando che così non è stato.
Anche per le verifiche scritte dei debiti formativi, è possibile ed importante richiederne copia inoltrando una richiesta di accesso agli atti (vedi nostra nota 
fax simile di lettera per richiesta accesso agli atti relativo agli esami di recupero la trovate qui sezione lettere per scuola  https://sites.google.com/site/dislessiapassodopopasso2/aiuto/come-organizzare-studio

domenica 16 luglio 2017

NOVITA' SCUOLE RIFORME ECC. MIUR PUBBLICATA DALLA G.U. IL 31.05.2017

Vi inseriamo qui il link diretto dove potete leggere con attenzione tutti i cambiamenti che ci saranno nelle scuole a partire dall'anno scolastico 2017/2018.
A partire dall'infanzia, elementari, medie.
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/05/16/17G00070/sg

ESAMI TERZA MEDIA: 

Anno 2017/2018. 
Esame terza media  cambia tre scritti no invalsi (o meglio invalsi saranno fatti prima degli esami periodo aprile. Non verranno inseriti come media durante esami) ma chi non li farà non sarà ammesso (invalsi di ita, mate inglese) il risultato viene inserito nelle competenze. 
Scritti solo 3
orale come adesso.
Presidente stesso dirigente della scuola e docenti interni. 
Votazione finale sarà con le lettere dalla A alle E


DIPLOMA (QUINTA SUPERIORE) ANNO 2017/2018 UGUALE AGLI ALTRI ANNI.

Prima prova tema
Seconda prova a indirizzo
Terza prova quizzone

Orale tesina più domande generali di tutto il programma

Presidente esterno e 3 commissari esterni e 3 commissari interni

Crediti massimo sono 25 dei 3 anni qui tabella

Ogni prova scritta  punteggio massimo 15
Orale credito massimo 30

 Commissione può decidere ulteriore 5 bonus. Il tutto per arrivare come voto a 100/100




DIPLOMA ANNO 2018/2019 (le terze superiori di quest'anno anno scolastico 2016/2017)

Cambio calcolo crediti
Crediti massimo diventano 40 punti inseriamo tabella di riferimento.


Scritti e orale uguali massimo 20 punti ogni prova

INTRODUZIONE PROVE INVALSI ITA, MATE E INGLESE che verranno somministrati ad aprile della 5 superiore. (per ammissione all'esame)

Scritti solo due

Prima prova Italiano (tema, saggi ecc.)

Seconda Prova a indirizzo

Orale tesina più esposizione alternanza scuola-lavoro.

Presidente esterno 3 Commissari esterni e 3 commissari interni


Valutazione ed Esami di Stato


L’Esame sarà composto da: prima prova scritta nazionale che accerterà la padronanza della lingua italiana, seconda prova scritta nazionale su una o più discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi, colloquio orale che accerterà il conseguimento delle competenze raggiunte, la capacità argomentativa e critica del candidato, l’esposizione delle attività svolte in alternanza. L’esito dell’Esame oggi è espresso in centesimi: fino a 25 punti per il credito scolastico, fino a 15 per ciascuna delle tre prove scritte, fino a 30 per il colloquio. Con il decreto il voto finale resta in centesimi, ma si dà maggior peso al percorso fatto nell’ultimo triennio: il credito scolastico incide fino a 40 punti, le 2 prove scritte incidono fino a 20 punti ciascuna, il colloquio fino a 20 punti. La Commissione resta quella attuale: un Presidente esterno più tre commissari interni e tre commissari esterni. La prova Invalsi viene introdotta in quinta per italiano, matematica e inglese, ma si svolgerà in un periodo diverso dall’Esame.

Le novità per le prove Invalsi: si introduce una prova di inglese standardizzata al termine sia della primaria sia della secondaria di I e II grado per certificare, in convenzione con enti certificatori accreditati, le abilità di comprensione e uso della lingua inglese in linea con il Quadro Comune di Riferimento Europeo per le lingue. Nelle classi finali della secondaria di I e II grado la prova Invalsi è requisito per l’ammissione all’Esame, ma non influisce sul voto finale.



mercoledì 5 luglio 2017

ORDINARE LIBRI DIGITALI ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Buongiorno a tutti.
per chi ha bisogno i libri digitali scolastici (formato pdf non protetto) i passi da fare sono qui sotto.
Rinnovare o essere soci AID. Tessera annuale costa 40 euro annuali.
Una volta effettuato rinnovo o come nuovo socio qui il link su come fare https://www.applicazioneaid.com/subscriptions/index.php

Attenzione per ragazzi maggiorenni dai 18 anni fino ai 25 anni la quota da pagare è di 25 euro.
https://www.applicazioneaid.com/subscriptions/iscrizioni.php
segnare lettera B) Dislessici adulti.

Istruzioni per genitori di ragazzi minorenni e maggiorenni.

1) Inviate una mail a soci@dislessia.it inserendo se avete fatto il bonifico i dati dell'avvenuto bonifico.
Vi invieranno numero utente (numero della tessera) e la password.

2) A questo punto entrate nel sito http://www.libroaid.it/
inserite utente e password. 
Se non riuscite provate prima ad entrare nel sito http://www.aiditalia.org/ . In alto sulla sinistra sotto Rinnovi trovare Area Riservata ai Soci. Cliccate e impostate utente e password se riuscite a entrare. Uscite ed entrate nel sito http://www.libroaid.it Ricordatevi che la password ha valore per 3 mesi poi la dovete cambiare andando sul sito http://www.aiditalia.org/ entrate nell'Area Riservata ai Soci e la cambiate.

3) Ora andate e scrivete i codici isbn dei libri se sono disponibili aggiungeteli nel carrello.
Quando avrete terminato ordine date conferma.
4) Vi chiederà di andare nel vostro profilo dovete modificare e accettare e compilare un modulo dove vi chiedono i dati di vostro figlio. Il nome di chi vi ha rilasciato la diagnosi e il numero iscrizione dell'albo dello specialista.
5) PER IL NUMERO ALBO SPECIALISTA lo potete vedere se è inserito nella diagnosi se no ho trovato un sito dove si può vedere.
Entrate in questo sito http://application.fnomceo.it/Fnomceo/pubblic/ricercaProfessionisti.pubblic

6) Inserite nome e cognome dello specialista
7)Inserite sul fondo c'è un codice con numeri e lettere ricopiatele e inviate verrà indicato tutto il curriculum dello specialista compreso il numero iscrizione albo. sono circa 10 numeri.

Se non lo trovate provate quest'altro sito
https://areariservata.psy.it/cgi-bin/areariservata/albo_nazionale.cgi

Cercate prima la vostra regione. Poi inserite il nome e cognome dello specialista.

Qui altro sito dove http://www.nienteansia.it/elenco-specialisti/informazioni/albo-degli-psicologi-e-albo-dei-medici-chirurghi/

qui altro sito http://www.opl.it/showPage.php?template=istituzionale&id=92

8) Ora inserite questi 10 numeri nella richiesta del libroaid.
9) Inserite le varie accettazioni, inserite dove viene richiesto che tipo di sintetizzatore si usa, che tipo di programma per scrittura, il tipo di programma per mappe.
Ora compilate i dati per la spedizione. Confermate
Tornerà nella pagina dell'ordine confermate ordine.
Vi invieranno i libri digitali via cd per posta in una busta bianca. La busta bianca  servirà per la restituzione dei Cd alla fine del ciclo scolastico (fine delle classi di V elementare, III media, V superiore).  Per via dell’accordo con le case editrici dovrete restituire i cd ricevuti, e la busta bianca servirà proprio a tal scopo in maniera totalmente gratuita, dovrete solo inserire i cd senza custodia, chiudere la busta e spedirla come una normale lettera, senza scrivere nulla o affrancarla.
Se invece sono in download potrete scaricarli subito sul vostro pc.  Ricordo poi di salvarlo anche su un cd o su una chiavetta per non perderlo in caso che il pc si guasti.

Se avete problemi con download cosa fare?

Dopo aver scaricato il testo sul PC, quando provo ad aprire il file visualizzo un messaggio di errore "File danneggiato" oppure "Impossibile aprire il file". Cosa devo fare?

Visualizzate quel messaggio perché nel momento del download per vari motivi: una connessione lenta, un blocco momentaneo della connessione a internet, etc.  il file non è stato scaricato completamente quindi non riuscite ad aprirlo. Dovete scaricare nuovamente il libro cliccando su "I tuoi ordini" ---> "i tuoi donwload" . Se visualizzate lo zero vicino al titolo del testo vuol dire che avete esaurito i 3 tentativi a disposizione dovete quindi inviare una mail tramite il modulo "contattaci" scrivendo il vostro numero d'ordine che potete visualizzare cliccando su "I tuoi Ordini" --->"Dettagli" , chiedendo il ripristino dei tentativi. Quando saranno ripristinati assicuratevi di avere una connessione a internet veloce (ADSL) , non usate chiavette usb o cellulari  e di aver chiuso tutti i programmi del computer che potrebbero in qualche modo rallentare la connessione.

Quando provo a scaricare con il download i testi visualizzo "Questo download non è più valido. Prego contattare l'amministratore del sito per ulteriori informazioni." . Cosa devo fare?

Visualizza quella scritta perché avete esaurito tutti i 3 tentativi di download che avete a disposizione. Potete controllare i tentativi che vi rimangono cliccando su "I tuoi ordini" ---> "I tuoi Downlaod" . In questo caso dovete inviare una mail tramite il modulo "Contattaci" scrivendo il vostro numero d'ordine che potete visualizzare cliccando su "I tuoi Ordini" --->"Dettagli" , chiedendo il ripristino dei tentativi. Quando saranno ripristinati assicuratevi di avere una connessione a internet veloce (ADSL) , non usate chiavette usb o cellulari  e di aver chiuso tutti i programmi del computer che potrebbero in qualche modo rallentare la connessione.

Se un libro non c'e' inseritelo nella lista dei desideri

Cosa è la "Lista dei Desideri"?

La "lista dei desideri" è una lista che conterrà tutti i libri che gli utenti prenotano e che non sono  "Disponibili" al momento in biblioteca. Una volta che i libri verranno aggiunti nella "lista dei desideri" la LibroAID invierà una richiesta all'editore per i libri mancanti .Nel momento in cui l'editore invierà il testo alla LibroAID il suo stato che cambierà in "Disponibile" e visualizzerete la scritta "Aggiungi al carrello".  Quando un libro diventerà "disponibile" dovrete subito richiederlo facendo un nuovo ordine. Vi consigliamo di aspettare se non avete urgenze che più libri diventino Disponibili prima di effettuare un nuovo ordine.

giovedì 29 giugno 2017

domenica 28 maggio 2017

DECRETO LEGISLATIVO N. 62 DEL 13 APRILE 2017 NORME VALUTAZIONE E COMPETENZA ESAMI STATO IN VIGORE DAL 31 MAGGIO 2017 PER I PROSSIMI ANNI.

DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 62 

Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami 

di Stato, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera i), della legge 13 luglio 2015, 

n. 107. (17G00070) (GU Serie Generale n.112 del 16-05-2017 - Suppl. Ordinario n. 23)


note: Entrata in vigore del provvedimento: 31/05/2017.










 Vi pubblichiamo qui la G,U. tutto il decreto da leggere con attenzione G.U. DECRETO N. 62 DEL 13 APRILE 2017 PUBBLICATO 16 MAGGIO 2017 CLICCA QUI




mercoledì 17 maggio 2017

INVALSI ESAME TERZA MEDIA 2017 CIRCOLARE N. 4757 DEL 2 MAGGIO 2017

Buongiorno.
Vi alleghiamo la circolare MIUR relativa a Invalsi ESAMI TERZA MEDIA, con allegato

http://www.istruzione.it/esame_di_stato/Primo_Ciclo/novita/novita2017.shtml

PER AVERE FORMATO DIGITALE.
Candidati con DSA Per i candidati con DSA che necessitano di una versione informatizzata della prova nazionale non segnalata al momento dell’iscrizione, è possibile farne richiesta all’INVALSI entro il 12 giugno 2017 solo ed esclusivamente attraverso l'area riservata (https://invalsiareaprove.cineca.it/index.php?form=area_riservata) - Accesso Segreteria scolastica - Pulsante formati speciali. La medesima comunicazione deve essere inviata, per conoscenza, anche all’Ufficio scolastico regionale e al competente Ufficio territoriale

QUI PER DSA.

Primo fascicolo (Matematica) - consegna dei fascicoli ad ogni candidato: prestare la massima attenzione nel momento della distribuzione delle prove di matematica affinché studenti vicini non abbiano la stessa tipologia di fascicolo. Infatti, come per i precedenti anni scolastici, sono state predisposte per la prova di matematica cinque versioni differenti (Fascicolo 1, Fascicolo 2, Fascicolo 3, Fascicolo 4, Fascicolo 5) composte dalle stesse domande, ma poste in ordine diverso e/o con le opzioni di risposta permutate in modo differente. La versione della prova è riportata per esteso sulla copertina (ad esempio: Fascicolo 1 oppure Fascicolo 2, ecc.) e da un codice (MAT08F1, MAT08F2, MAT08F3,…) posto in basso (piè di pagina) di ogni facciata interna del fascicolo. Se in seguito alla distribuzione agli allievi dei fascicoli ci si rende conto che due studenti vicini (ossia o del banco a fianco o di quello immediatamente davanti o dietro) hanno la stessa versione di una prova (ad esempio hanno entrambi il fascicolo 3), spostare gli allievi di banco, affinché il problema sia risolto. - invito ai candidati ad apporre, sulla copertina del proprio fascicolo, il proprio nome e cognome a stampatello, nonché la classe di appartenenza. I candidati esterni riportano, nel campo “classe”, la dicitura “candidato esterno”; - invito ad aprire il fascicolo alla prima pagina e a non iniziare la prova finché la commissione non lo consente; - lettura e illustrazione ad alta voce, da parte di uno dei due docenti vigilanti, delle istruzioni per la compilazione riportate nel fascicolo, assicurandosi che i candidati abbiano chiare le modalità di risposta (scelta della risposta corretta tra quattro alternative proposte, risposte a modalità vero/falso per ogni alternativa di risposta, domande a risposta aperta); - invito ai candidati a leggere attentamente i quesiti e ad attenersi alle istruzioni generali riportate nella prima pagina del fascicolo nonché alle indicazioni specifiche di ciascuna domanda; - comunicazione dell’inizio della prova di matematica e del tempo a disposizione di 75 minuti, salvo tempi aggiuntivi per i candidati con DSA o disabilità; - dieci minuti prima della scadenza del tempo informare i candidati del tempo rimanente; - ritiro del fascicolo e pausa di 15 minuti. Secondo fascicolo (Italiano) Vengono seguite le stesse modalità per l’effettuazione della prova di Matematica. - consegna dei fascicoli ad ogni candidato: prestare la massima attenzione nel momento della distribuzione delle prove di italiano affinché studenti vicini non abbiano la stessa tipologia di fascicolo. Infatti, come lo scorso anno scolastico, sono state predisposte per la prova di italiano cinque versioni differenti (Fascicolo 1, Fascicolo 2, Fascicolo 3, Fascicolo 4, Fascicolo 5) composte dalle stesse domande, ma poste in ordine diverso e/o con le opzioni di risposta permutate in modo differente. La versione della prova è riportata per esteso sulla copertina (ad esempio: Fascicolo 1 oppure Fascicolo 2, ecc.) e da un codice (ITA08F1, ITA08F2, ITA08F3,…) posto in basso (piè di pagina) di ogni facciata interna del fascicolo. Se in seguito alla distribuzione agli allievi dei fascicoli ci si rende conto che due studenti vicini (ossia o del banco a fianco o di quello immediatamente davanti o dietro) hanno la stessa versione di una prova (ad esempio hanno entrambi il fascicolo 3), spostare gli allievi di banco, affinché il problema sia risolto. Gli alunni con certificazione di DSA possono sostenere la prova con l’ausilio degli strumenti compensativi utilizzati in corso d’anno e con un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola sottocommissione, di norma, di 30 minuti. Gli alunni con disabilità visiva sostengono la prova con l’ausilio delle strumentazioni in uso e con un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola sottocommissione, di norma, di 30 minuti. Ove ai candidati che ne hanno titolo e necessità siano assegnati tempi più ampi per rispondere ai quesiti del primo fascicolo (Matematica), agli altri candidati potrà essere, comunque, proposto lo svolgimento relativo al secondo fascicolo (Italiano) dopo il previsto intervallo di 15 minuti.

sabato 6 maggio 2017

INVALSI 2017 ESAMI DI TERZA MEDIA INDICAZIONI

Vi inseriamo qui il link del pdf delle linee riguardo INVALSI ESAMI TERZA MEDIA 2017



Per i candidati con DSA che necessitano di una versione informatizzata della prova nazionale non
segnalata al momento dell’iscrizione, è possibile farne richiesta all’INVALSI entro il 12 giugno 2017
solo ed esclusivamente attraverso l'area riservata (https://invalsiareaprove.cineca.it/index.php?form=area_riservata)
- Accesso Segreteria scolastica - Pulsante
formati speciali.
La medesima comunicazione deve essere inviata, per conoscenza, anche all’Ufficio scolastico
regionale e al competente Ufficio territoriale

Gli alunni con certificazione di DSA possono sostenere la prova con l’ausilio degli strumenti
compensativi utilizzati in corso d’anno e con un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola
sottocommissione, di norma, di 30 minuti.
Gli alunni con disabilità visiva sostengono la prova con l’ausilio delle strumentazioni in uso e con
un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola sottocommissione, di norma, di 30 minuti.
Ove ai candidati che ne hanno titolo e necessità siano assegnati tempi più ampi per rispondere ai
quesiti del primo fascicolo (Matematica), agli altri candidati potrà essere, comunque, proposto lo svolgimento relativo al secondo fascicolo (Italiano) dopo il previsto intervallo di 15 minuti.

venerdì 5 maggio 2017

ESAMI DIPLOMA A.S.2016/2017 USCITA ORDINANZA N. 257 DEL 04.05.2017

Buongiorno,
Vi postiamo il link riguardo Ordinanza Ministeriale relativa agli esami di stato (5 superiore) anno scolastico 2016/2017

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTA L'ORDINANZA. N. 257 DEL 04.05.2017

Per i DSA Leggete bene art. 23 sono esattamente 4 punti


Art.23 Esame dei candidati con DSA e BES 
1. La Commissione d’esame – sulla base di quanto previsto dall’articolo 10 del D.P.R. n. 122/2009 e dal relativo decreto ministeriale n.5669 del 12 luglio 2011 di attuazione della legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico – nonché dalle Linee Guida allegate al citato decreto ministeriale n. 5669 del 2011, - considerati gli elementi forniti dal consiglio di classe, terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA), in particolare, le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nell’ambito dei percorsi didattici individualizzati e personalizzati. A tal fine il consiglio di classe inserisce nel documento del 15 maggio di cui al D.P.R. n. 323/1998 il Piano Didattico Personalizzato o altra documentazione predisposta ai sensi dell’articolo 5 del decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011. Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dal consiglio di classe, le Commissioni predispongono adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali. Nello svolgimento delle prove scritte, i candidati possono utilizzare gli strumenti compensativi previsti dal Piano Didattico Personalizzato o da altra documentazione redatta ai sensi dell’articolo 5 del decreto ministeriale 12 luglio 2011. A tali candidati potrà, pertanto, essere consentita la utilizzazione di apparecchiature e strumenti informatici solo nel caso in cui siano già stati impiegati per le verifiche in corso d’anno o comunque siano ritenuti funzionali allo svolgimento dell’esame, senza che venga pregiudicata la validità delle prove scritte. Sarà possibile prevedere alcune particolari attenzioni finalizzate a rendere sereno per tali candidati lo svolgimento dell’esame sia al momento delle prove scritte, sia in fase di colloquio. I candidati possono usufruire di dispositivi per l’ascolto dei testi della prova registrati in formati “mp3”. Per la piena comprensione del testo delle prove scritte, la Commissione può prevedere, in conformità con quanto indicato dal capitolo 4.3.1 delle Linee guida citate, di individuare un proprio componente che possa leggere i testi delle prove scritte. Per i candidati che utilizzano la sintesi vocale, la Commissione può provvedere alla trascrizione del testo su supporto informatico. In particolare, si segnala l’opportunità di prevedere tempi più lunghi di quelli ordinari per lo svolgimento della prove scritte, di curare con particolare attenzione la predisposizione della terza prova scritta, con particolare ri- 40 ferimento all’accertamento delle competenze nella lingua straniera, di adottare criteri valutativi attenti soprattutto al contenuto piuttosto che alla forma. Gli studenti che sostengono con esito positivo l’esame di Stato alle condizioni di cui al presente comma conseguono il diploma conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore .

2. I candidati con certificazione di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), che, ai sensi dell’articolo 6, comma 6, del decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011, hanno seguito un percorso didattico differenziato, con esonero dall’insegnamento della/e lingua/e straniera/e, e che sono stati valutati dal consiglio di classe con l’attribuzione di voti e di un credito scolastico relativi unicamente allo svolgimento di tale piano, possono sostenere prove differenziate, coerenti con il percorso svolto finalizzate solo al rilascio dell'attestazione di cui all'articolo 13 del D.P.R. n. 323/1998. Per detti candidati, il riferimento all’effettuazione delle prove differenziate va indicato solo nella attestazione e non nei tabelloni affissi all’albo dell’istituto. Per la pubblicazione delle prove scritte e la valutazione complessiva delle prove, si rinvia a quanto previsto nel precedente articolo 22.

3. Per quanto riguarda i candidati con certificazione di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), che, ai sensi dell’articolo 6, comma 5, del decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011, hanno seguito un percorso didattico ordinario, con la sola dispensa dalle prove scritte ordinarie di lingua/e straniera/e, la Commissione, nel caso in cui la lingua straniera sia oggetto di seconda prova scritta, dovrà sottoporre i candidati medesimi a prova orale sostitutiva della prova scritta. La Commissione, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe, di cui al precedente articolo 6, stabilisce modalità e contenuti della prova orale, che avrà luogo nel giorno destinato allo svolgimento della seconda prova scritta, al termine della stessa, o in un giorno successivo, purché compatibile con la pubblicazione del punteggio delle prove scritte e delle prove orali sostitutive delle prove scritte nelle forme e nei tempi previsti nei precedenti articoli. Il punteggio, in quindicesimi, viene attribuito dall'intera commissione a maggioranza, compreso il presidente, secondo i criteri di conduzione e valutazione previamente stabiliti in apposita o apposite riunioni e con l'osservanza della procedura di cui al precedente articolo 20. Qualora la lingua o le lingue straniere siano coinvolte nella terza prova scritta, gli accertamenti relativi a tali discipline sono effettuati dalla commissione per mezzo di prova orale sostitutiva nel giorno destinato allo svolgimento della terza prova scritta, al termine della stessa, o in un giorno successivo, purché compatibile con la pubblicazione del punteggio delle prove scritte e delle prove orali sostitutive delle prove scritte nelle forme e nei tempi previsti nei precedenti articoli. I risultati della prova orale relativa alla lingua o alle lingue straniere coinvolte nella terza prova scritta sono utilizzati per la definizione del punteggio da attribuire alla terza prova scritta. Gli studenti che sostengono con esito positivo l’esame di Stato alle condizioni cui al presente comma conseguono il diploma conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore .

 4. Per altre situazioni di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES), formalmente individuati dal consiglio di classe, devono essere fornite dal medesimo Organo utili e opportune indicazioni per consentire a tali alunni di sostenere adeguatamente l’esame di Stato. La Commissione d’esame – sulla base di quanto previsto dalla Direttiva 27.12.2012 recante Strumenti di intervento per alunni con Bisogni educativi speciali ed organizzazione scolastica per l’inclusione, dalla circolare ministeriale n. 8 del 6 marzo 2013 e dalle successive note, di pari oggetto, del 27 giugno 2013 e del 41 22 novembre 2013 - esaminati gli elementi forniti dal consiglio di classe, tiene in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, relative ai candidati con Bisogni Educativi Speciali (BES). A tal fine il consiglio di classe trasmette alla Commissione d’esame il Piano Didattico Personalizzato. In ogni caso, per tali alunni, non è prevista alcuna misura dispensativa in sede di esame, mentre è possibile concedere strumenti compensativi, in analogia a quanto previsto per alunni e studenti con DSA, solo nel caso in cui siano già stati impiegati per le verifiche in corso d’anno o comunque siano ritenuti funzionali allo svolgimento dell’esame senza che venga pregiudicata la validità delle prove scritte. Gli studenti che sostengono con esito positivo l’esame di Stato alle condizioni cui al presente comma conseguono il diploma conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore.

giovedì 4 maggio 2017

SUPERIORI: CREDITI SCOLASTICI RELATIVI ALLA MEDIA D'USCITA DALLA 3,4,5 QUI NUOVE TABELLE DI PUNTEGGIO

MIUR ha pubblicato in questi giorni la nuova tabella per i crediti scolastici di fine anno per le terze superiori, le quarte e le quinte e divise per gli anni 2017/2018 e anche per il 2019 che sarà attiva la nuova riforma dei 40 crediti. (le terze di quest'anno)

http://www.governo.it/sites/governo.it/files/ALLEGATO%20A%20-%20DECRETO%20VALUTAZIONE.pdf


qui per le 3 di adesso che andranno in 5 nel 2019 con la riforma


lunedì 24 aprile 2017

NOTA MIUR INVALSI 2017 PER 2, 5 ELEMENTARE 2 SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Nota sullo svolgimento delle prove INVALSI 2016-2017 per gli allievi con bisogni educativi speciali
La nota si riferisce solo ed esclusivamente alle prove previste per il mese di maggio 2017 (classe II e V scuola primaria, classe II scuola secondaria secondo grado).
Si sottolinea che le prove INVALSI (II e V primaria e II secondaria di secondo grado) non sono finalizzate alla valutazione individuale degli alunni, ma al monitoraggio dei livelli di apprendimento conseguiti dal sistema scolastico, nel suo insieme e nelle sue articolazioni.